L’antica Ghiacciaia di Resiutta

JpegLa birra di Resiutta

A metà ‘800 un manipolo di Mastri Birrai della Carinzia trovo’ dimora nei dintorni di Resiutta, una zona che da sempre ha rappresentato  un’importante via di comunicazione.

Nel 1844 è documentata una produzione di birra da parte  di imprenditori carinziani.

Le radici della tradizione  birraria  di Resiutta affondano quindi  in epoca asburgica e sono indissolubilmente legate alle acque carsiche che dalle Alpi e Prealpi Giulie affluiscono nel torrente Resia. Poco mineralizzate e con un pH leggermente acido, queste acque si rivelarono perfettamente idonee alla produzione del tempo.

Jpeg
Il torrente Resia

Il ghiaccio

Un’ antica forma di industria montana era quella del ghiaccio che, prodotto naturalmente in montagna, veniva poi raccolto, stoccato e commercializzato e andandava a sostituire alcune delle funzioni degli odierni refrigeratori.

Per procurarsi il ghiaccio venivano incanalate le acque dei torrenti per realizzare dei bacini di congelamento o si costruivano delle  neviere (glacèris), delle fosse di raccolta isolate con pietre  e paglia. Gli accumuli di ghiaccio venivano trasportati a valle e conservati in ghiacciaie, in degli enormi spazi dove si cercava di preservarli  a basse temperature il più a lungo possibile. Negli vani di accesso e nei corridoi delle ghiacciaie venivano sitemati vari prodotti, alimenti e bevande.

La ghiacciaia di Resiutta

E’ il  Mastro Birraio Francesco Strohmejer nel 1860 a commissionare la costruzione di una galleria ghiacciaia dietro lo stabilimento birrario di Resiutta. Le cantine di stoccaggio infatti, non bastavano più. I minatori dell’Ittiolo furono incaricati di portare a compimento l’opera: si trattava di bucare il Monte Gravizze ai piedi  del versante Nord-Est, scavando nella dura dolomia a colpi di  piccone e con l’aiuto dell’ esplosivo.

Jpeg
L’ingresso della Ghiacciaia di Resiutta

Alla morte di Francesco Strohmejer in un documento giudiziale del 1867, i beni del birrificio venirono stimati in 1800 Lire.

Nel 1881 il birrificio passo’ a Franceco Dormisch, che rilancio ‘la produzione ponendo fine al periodo pioneristico. Furono fatti diversi investimenti, venne installata una pompa aspirante azionata manualmente per prelevare l’acqua dalle falde del torrente.

La produzione passo’ in pochi anni da 600 hl a 4000 hl annui. I lavoratori diventarono 28 tra cui 20 donne. C’era il Direttore, un macchinista, uno scrivano, un cantiniere, venti lavoratrici e quattro operai.

Dormisch è tra i primi ad introdurre le bottiglie in vetro da 75 cL chiuse da tappi in sughero che andarono a sostituire  sempre più , la produzione in fusto.

Nel 1891 viene realizzato a Udine il canale Ledra, che porta le acque del Tagliamento a Udine, e Dormisch coglie l’occasione per iniziare un progetto più grande e moderno nel capoluogo. Lo stabilimento di Resiutta viene abbandonato e demolito.

La Galleria è stata riportata alla luce grazie a finanziamenti della UE ed inaugurata il 3 Maggio 2014 (infos http://www.parcoprealpigiulie.it ) essa rappresenta l’unica traccia degli albori dell’industria birraria in questa zona del Friuli Venezia Giulia.

Giunti a Resiutta non potete non passare da  “Al Buon Arrivo” dove si mantiene viva l’antica tradizione birraria del luogo con una produzione di birra artigianale iniziata nel 2001. La produzione è di circa 400 HL consumati quasi esclusivamente all’interno dell’ampio locale. L’impianto è ben visibile da una delle sale e  c’è la possibilità di acquistare in bottiglia  uno o più dei diversi  stili di birra proposti. Assolutamente da provare e’ la specialità della casa: il polletto allo spiedo.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s